Cinema: Extreme Jukebox

-

“A little town is in shock after a series of murders, maybe related to the finding of an LP presumed to be cursed. Jessie Cake, an increasingly popular heavy metal singer, and his girlfriend Chloe will have to face trouble bigger than what they thought…”

And that was what  all the world  knew  about Extreme Jukebox until today, one of the most anticipated movies of this year. As we could not choose between giving you a trick or a treat, we are giving you both!

Fluster Magazine is proud to feature the worldwide exclusive trailer of the movie on this website and an interview with the debuting director Alberto Bogo. Extreme Jukebox  will be a raging mix of blood, rock quotes, stunning girls and humour…

Supported by Genova-Liguria Film Commission and an assorted cast including Alex Lucchesi, Guglielmo Favilla and Alessio Cherubini (Eaters: Rise of the Dead), Maurizio Lastrico (Zelig TV) as well as internationally renown musicians including Pino Scotto (Vanadium), Sadist and Deadly Tide. The movie premiere will be on the 16th November during the ToHorror Film Festival in Turin (Italy) and  then will be presented at other European and American film festivals during 2013.

-

EXTREME JUKEBOX

by Alberto Bogo and

Andrea Lionetti

http://www.youtube.com/watch?v=trpBaF8maks

(The official trailer)

Interview by Giulia Bertelli

[traduzione in italiano in basso]

Hi Alberto, when you are not directing a film what do you usually do? Is this your first experience as a director?

Yes, this is definetely my first experience, I’ve never even directed a short, but I graduated in Education Science with a thesis about sociology of horror titled “New fears” where I analyzed through horror movies the human anguish of the past and far more important of the future. So I say I have degree in Horror Science!

(The director Alberto Bogo on the movie set)

Extreme Jukebox is the first Italian slasher-horror film set in the world of rock and metal, where does the idea come from?

The idea comes from the fact that the music has always been the passion that connected myself and Andrea Lionetti (who co-wrote the movie with me), we wanted to make a horror because is a genre that  is so much fun to do and because horror-rock and metal are ingredients that go  well together, even thou in the end there are only a few titles that used this interesting mix…

(The screenwriter Andrea Lionetti)

Pino Scotto, how did you convince him?

Pino Scotto decided to partecipate because he knew from the beginning that this project came from a true and sincere passion, he said yes right away because he thought we were as real as he is. If we had a big production behind us he would have probably turned us down, he always has to be alternative! Apart from this he was a real buddy and every time he came on the set the crew had a lot of fun! Of course we are very proud we were the first to have had this idea, at least, the first ones to realize it…

(Pino Scotto on the set)

The names of the actors in the character reel [see bottom of the page]: are they just stage names for horror movies or are they trying to hide better their identity?

We liked the idea of not introducing the actors, but instead the characters they play in the film, to create from the beginning their little background, actually this is an idea I think I’ve never saw around…

(troupe and Travor Sadist)

Just a clarification, does this film want to be a B-movie or is it a low budget horror film?

This movie is a low budget horror film, but one of its qualities will be that,  it will look like much more expensive movies. We didn’t want to use the excuse of “we didn’t have much money”, so there are lots of different locations, an awesome soundtrack, many special guests and many, many actors and extras. In this, Extreme Jukebox is really different from the other productions withthe same budget… Anyway, to me the word B-movie is a compliment, so yes, Extreme jukebox is what I call a B-movie.

(Director of PhotographyJacopo Guastamacchia)

Given your degree thesis, which “new fears” do you think you have touched/unleashed/analyzed with Extreme Jukebox?

I could define Extreme Jukebox a superficial movie with some well hidden content. More than speaking of fears, in this movie  Andrea and I wanted to highlight “another death of rock”, this time viewed as a mass phenomenon on its way to become “a niche for a restricted elite”. As rock sociologists this is the unconscious thought that we had while writing the movie. Our fear is that rock will once and for all stop being a mass rebellion movement, to become a cult for a few fetishists longing for its Golden Age (as in “the Seventies”). Andrea  and I got to live the last great flash of rock rebellion, the famous Seattle Scene of the early 90s, but what did we have then? What do the young people grew in the 2000s have actually absorbed of the essence of this music, that for people like me and Andea has really been a lifeline?

(on the set of Extreme Jukebox)

The usual High Fidelity question, your five favourite horror movies and your five LPs for a desert island.

I’ve seen many hundreds of horror movies, but in the end among my favourites are almost all classics, let’s say Shining, The Exorcist, Videodrome, Suspiria and among the most recent ones is Donnie Darko!
The five LPs are Welcome to my nightmare by Alice Cooper, Llife is killing me by Type 0 Negative, True blue by Madonna, Tonight’s the night by Neil Young, Psycho magnet by London After Midnight. There would be another hundreds, but that’s ok…

(on the set of Extreme Jukebox)

You placed Donnie Darko among your favourite horror movies, this is an interesting choice, maybe because is a movie that brings along different interpretations, depending on who’s watching it. So, what is it for you that makes a horror movie?

The horror to me is a very specific thing, that is the violent ability to dig to the bottom of things, of life, to try to find those sides we usually try to hide… The research and the art have to be somewhat violent, looking for the truth costs time, hard work and it’s painful. The real art is a quest for truth, most of all that of the artist, putting himself on the field.

(Elisabetta Loi – female main character © Tiziano Valeno)

Rock, metal, blood and slashing, can you reveal anything else of the plot?

It’s hard, almost impossible, to explain it with just few words, as it is made of many different stories entlangled together… I can say the main characters are the rising singer Jessie Cake (Alessio Cherubini) and his girlfriend Chloe (Elisabetta Loi) who will find themselves in the middle of a series of murders maybe due to a cursed LP. Do you know that as of today only Andrea and I know the actual plot? Not even our crew, and this secrecy about the plot created some awkward moments with some of the actors. I always say joking that, at one point, neither I knew the plot, as Andrea re-wrote by himself whole pages of the script while we were already rolling…

(makeup artist Luna Carbone)

You said you wanted to create a little background for your characters, are you already thinking about those loved/hated prequels?

I don’t like to schedule my inspiration, but is natural that me and Andrea spoke about that and we have plenty of ideas… It’s all up to the feedback from this one…

(Alessio Cherubini  – male main character © Tiziano Valeno)

There are rock quotations, but are there also cinematographic quotations?

Of course, lots of them. I won’t say anything more or else I’d take away all the fun of looking for them from the fans of metal and cinema…

(Alberto Bogo © Tiziano Valeno)

Do you have any story about the production of the film?

Many. Some I cannot really tell, otherwise I’d cause a diplomatic incident! I can tell you that when I first met Davide Riccardi, our Special Effects guy, without him knowing it I sort of tested him, asking him titles of lesser known movies I liked, splatter stuff from the 80s, I knew he was good in his job, but I wanted to make sure his background was right… He saw EVERYTHING, really everything someone from special effects should have seen… I think Davide will become the next Italian Tom Savini, and he also have something menacing in his eyes that makes him unique, a really good fellow, but I wouldn’t make him angry… In the movie he makes an appereance as a bodyguard. Yes, if I ever have to visit the Bronx by night, he’s the one I’d take along!

(Davide Riccardi working on the special effects)

All right, this is the end. Last question: where would you prefer Extreme Jukebox to be screened, in a multiplex, in a smaller but more caring movie theatre or in some joint with themed events, like with a real rock and metal DJ set?

Anywhere where the people would like to talk about it once ended! I can’t believe people don’t have 5 minutes of their time to spend to talk about a movie at the end of the screening… Even if the mentioned movie is total shit!

(The bad guy`s mask…)

More info about Extreme Jukebox here

-

-

***Italiano***

 

 

In una piccola cittadina si incrociano le storie di diversi personaggi.
La cittadina è sconvolta da una serie di omicidi, forse legati al ritrovamento di un disco che si presume maledetto…o forse no!
Jessie Cake, cantante metal in ascesa, e la sua fidanzata Chloe si troveranno ad affrontare giochi più grandi di loro!”

E questo e` tutto quello che il mondo ha saputo su Extreme Jukebox fino ad ora. Visto che qui a Fluster Magazine non riuscivamo a decidere tra dolcetto o scherzetto…vi diamo tutti e due!

Siamo orgogliosi di presentare un` esclusiva di Fluster Magazine per Halloween 2012: il nuovo trailer di Extreme Jukebox e un intervista con il regista Alberto Bogo!

Extreme Jukebox sara` presentato in anteprima mondiale il 16 Novembre al ToHorror Film Festival a Torino per proseguire in altri festival europei e d’oltreoceano nel 2013.


(Alberto Bogo e Andrea Lionetti © Tiziano Valeno)

Ciao Alberto, di solito quando non dirigi un film cosa fai? Questa è la tua prima esperienza come regista?

Si, è in assoluto la mia prima esperienza, non ho nemmeno mai diretto un corto, però mi sono laureato in scienze della formazione con una tesi di sociologia dell’horror intitolata “Le nuove paure” dove analizzavo attraverso i film horror le angosce umane del passato e soprattutto del futuro. Io dunque dico che sono laureato in scienze dell’horror!

Extreme Jukebox è il primo slasher-horror italiano ambientato nel mondo del rock e del metal, da cosa è nata questa idea?

L’idea è nata dal fatto che la musica è stata la passione che ha da sempre unito me e Andrea Lionetti (che ha sceneggiato il film con me) volevamo fare un horror perché è un genere che è molto divertente da fare e perché horror-rock e metal sono ingredienti che si sposano bene assieme, anche se in sostanza sono pochi i titoli usciti che sfruttano questo interessante mix…

(Assistente alla Regia Giorgia Mammola)

Pino Scotto, come lo avete convinto?

Pino Scotto ha deciso di partecipare perché ha capito da subito che questo progetto nasceva da una passione vera, sincera, ci ha detto subito di si perché ci ha trovato genuini come lui. Se avessimo avuto fondi milionari alle spalle probabilmente avrebbe rifiutato, lui è un bastian contrario! Per il resto è stato un vero compagnone ed ogni volta che è venuto sul set la troupe si è divertita un sacco! Naturalmente siamo fierissimi di essere stati i primi ad avere avuto questa idea, o almeno, i primi a realizzarla…

(scena di extreme jukebox)

I nomi degli attori nel trailer: sono i nomi d’arte per i film horror o per cercare di nascondere meglio la loro identità?

Ci piaceva l’idea di non presentare gli attori, ma i personaggi che interpretano nel film, così da creare subito un loro piccolo background, in effetti è un’idea che mi pare di non avere mai visto in giro…

Ecco, una precisazione, questo film vuole essere un B-movie o è un film horror a basso costo?

Questo film è un film horror a basso costo, ma una delle sue qualità sarà che, a lavori terminati, il suo aspetto generale ricorderà film ben più costosi. Non volevamo usare l’espediente del “ma avevamo pochi soldi”, dunque ci sono decine di location diverse, una colonna sonora bomba, un sacco di special guest e tanti, davvero tanti attori e comparse. In questa cosa Extreme Jukebox si differenzia davvero dagli altri prodotti del medesimo budget…Per il resto, per me la parola b-movie è un complimento, quindi si, Extreme Jukebox è un “signor b-movie”.

(Alberto Bogo e Andrea Lionetti © Tiziano Valeno)

Vista la tua tesi, quali “nuove paure” credi di aver toccato/scatenato/analizzato con Extreme Jukebox?

Potrei definire Extreme Jukebox un film superficiale con qualche contenuto ben celato. Più che parlare di paure, in questo film io e Andrea abbiamo voluto sottolineare “l’ennesima morte del rock”, questa volta visto come fenomeno di massa destinato a diventare “fenomeno di nicchia per pochi eletti”. Da sociologi del rock questa è la riflessione inconscia che abbiamo fatto io e Andrea mentre scrivevamo il film. La nostra paura è che il rock smetta una volta del tutto di essere fenomeno di ribellione per le masse, per diventare culto di pochi feticisti nostalgici del tempo d’oro che fu (vedi gli anni 70). Io e Andrea abbiamo fatto in tempo a cogliere ancora l’ultimo grande momento di ribellione del rock, il famoso momento della scena di Seattle ad inizio degli anni 90, ma poi, cosa abbiamo avuto? I giovani cresciuti nei 2000, che cosa hanno assorbito veramente dell’essenza di questa musica, che per persone come me e Andre è stata una vera “ancora di salvezza?”.

La classica domanda alla Alta Fedeltà, i tuoi cinque film horror preferiti e i tuoi cinque dischi da isola deserta

Ho visto parecchie centinaia di film horror, ma alla fine fra i miei preferiti rimangono quasi tutti titoli classici, diciamo Shining, L’esorcista, Videodrome, Suspiria e fra i più recenti Donnie Darko! I 5 dischi sono: welcome to my nightmare di alice cooper, life is killing me dei type o negative, true blue di madonna, tonight’s the night di neil young, psycho magnet dei london after midnight. Ce ne sarebbero un altro centinaio, ma va bene così…

(troupe sul set di extreme jukebox)

Hai messo Donnie Darko nei film horror, è una scelta interessante, forse perchè è un film che porta con sè più interpretazioni, dipende da chi lo vede. Quindi per te cos’è che fa un film horror?

L’horror per me è una cosa ben precisa, ovvero la capacità violenta di andare fino in fondo all’anima delle cose, della vita, di andare a cercare gli aspetti che si cercano di tenere solitamente nascosti…La ricerca e l’arte non possono non essere un po’ violenti, la ricerca della verità costa tempo, fatica ed è dolorosa. L’arte vera è ricerca di verità, soprattutto quella personale dell’artista che si mette in gioco.

Rock, metal, sangue e tagliuzzamenti, puoi rivelare altro sulla trama?

Difficile, quasi impossibile spiegarla in due parole, visto che è composta da tante storie che si intrecciano…Posso dirti che i protagonisti principali sono il cantante in ascesa Jessie Cake (Alessio Cherubini) e la fidanzata Chloe (Elisabetta Loi) che si troveranno in mezzo ad una serie di omicidi forse dovuta ad un disco maledetto. Sai che la trama vera ad oggi la conosciamo solo io e Andrea? Non la sanno per intero nemmeno i nostri tecnici, tanto è che sta storia della riservatezza totale della trama ha creato un pò di imbarazzo anche con qualche attore. Io rispondo scherzando che, ad un certo punto, neppure io conoscevo la trama, visto che Andrea ha riveduto da solo intere parti di sceneggiatura mentre giravamo il film…

Hai detto che volevi creare un piccolo background dei personaggi, stai già pensando agli ormai amati/odiati prequel?

Non mi piace pianificare l’ispirazione in questo modo, ma è normale che con Andrea ne abbiamo parlato e di idee ce ne sarebbero in quantità…Dipende dal riscontro che avrà questo…


(troupe sul set di extreme jukebox)

Si parla di citazionismo rock, c’è anche del citazionismo cinematografico?

Certo, parecchio. Non aggiungo altro perché priverei i fan del metal e del cinema del divertimento nel cercare di cogliere tutti i rimandi…

Hai qualche aneddoto interessante da raccontare sulle riprese del film?

Ce ne sono diversi. Alcuni non li posso proprio raccontare, rischierei degli incidenti diplomatici! Ti posso dire che quando ho incontrato per la prima volta Davide Riccardi, il nostro effettista speciale, senza che lui lo sapesse, gli ho fatto una specie di esame, gli ho chiesto un pò di titoli di film che avevamo visto in pochi, roba splatter anni 80, sapevo che era bravo nella sua professione, ma volevo accertarmi che il background fosse quello giusto…Diciamo che non ha perso un colpo e tempo del caffè avevo già deciso che era l’uomo giusto per noi…Aveva visto TUTTO, ma proprio TUTTO quello che un effettista speciale dovrebbe vedere…Credo che Davide sia destinato a Diventare il Tom Savini italiano, oltretutto ha qualcosa di minaccioso negli occhi che lo rende unico, un gran bravo ragazzo, ma io non lo farei mai incazzare…Nel film, infatti, fa un cameo come guardia del corpo. Si, se dovessi andare in giro per il Bronx di notte, mi farei accompagnare da lui!

Direi che siamo alla fine, ma ancora una domanda, tu dove preferiresti proiettato Extreme Jukebox, in una multisala, in una sala cinematografica più piccola ma più attenta oppure in locali che organizzano serate magari a tema, ad esempio con dj set di vero rock e metal?

In qualsiasi posto dove la gente abbia voglia di discuterne una volta terminata la proiezione! Non posso pensare che la gente non abbia nemmeno più il tempo di perdere 5 minuti del loro tempo per parlare di un film alla fine della proiezione…Anche se il suddetto film è una cagata pazzesca!

(scena di extreme jukebox)

(character reel)

More info about Extreme Jukebox here

-

-

-

Comments
One Response to “Cinema: Extreme Jukebox”
Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] e “Saturarte2012”. Nel 2012 torna al cinema e firma le scenografie del film “Extreme Jukebox” di Alberto Bogo [clicca qui per leggere l`articolo di FM sul […]



Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

    Follow

    Get every new post delivered to your Inbox.

    Join 1,662 other followers

    %d bloggers like this: